8 aprile 2018

Partito Democratico e Movimento 5 Stelle, questo matrimonio s’ha da fare?

Si fa presto a dire che Partito Democratico e Movimento 5 Stelle non possano mettersi d’accordo per la semplice ragione che il PD ha perso le elezioni.

Sino ad ora è questo ciò che è stato propinato dalla dirigenza del PD ed è un motivo che francamente non ha alcun senso. Con la stessa logica la Merkel in Germania si sarebbe dovuta alleare con movimenti di estrema destra.
In democrazia (e per la nostra Costituzione) contano le maggioranze parlamentari e che un partito sia uscito sconfitto dalle elezioni è assolutamente ininfluente.

Quello che bisognerebbe capire è quanto interesse abbia il PD di ritornare di nuovo al governo, forse una sana opposizione gioverebbe di più al partito di centrosinistra. C’è anche da dire che il Movimento 5 Stelle ha contrastato duramente le politiche piddine sia durante la passata legislatura che nella campagna elettorale appena conclusasi.

Ora le urne sono chiuse ed i toni dal fronte dei pentastellati sono molto concilianti ed impensabili già solo qualche settimana fa.

Comunque il nodo più difficile da sciogliere sarebbe la condivisione di un programma di governo di legislatura e lì, inevitabilmente, i compromessi a cui scendere sarebbero politicamente molto alti da pagare per entrambe le parti.

Un gioco che alla fine agevolerebbe Salvini.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi